RSS

Lettera da Atene | CNCA

25 Mar
lettera da atenePubblichiamo il testo della Lettera da Atenescritta a seguito della riunione allargata dell’Esecutivo nazionale del Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza che si è svolta ad Atene dal 29 al 31 ottobre 2015.
Da alcuni anni il CNCA ha scelto di svolgere gli incontri dell’esecutivo in luoghi simbolo delle questioni che ci stanno interpellando: in strutture confiscate alle mafie in Calabria, in Lombardia e in Campania, in un campo rom di Roma, al parlamento Europeo di Bruxelles, in una casa di reclusione e nel carcere minorile a Milano, nell’isola di Lampedusa e poi a Tunisi.
È un metodo di lavoro che hanno scelto per consentire di aprire nuovi sguardi su tensioni e questioni che incrociamo nel nostro agire quotidiano, nei percorsi di accompagnamento a persone e situazioni fragili e vulnerabili.
In Grecia sono andati con l’aspettativa di capire meglio l’Europa e le questioni sociali con lo “sguardo da sud”, nel contesto della crisi-fallimento del modello economico fin qui imposto; con l’intento di capire come si ‘genera sociale’ in situazioni critiche come quella vissuta dalla Grecia oggi e come si sta vivendo e affrontando la questione dei migranti, tema che come Cnca era stato affrontato nell’assemblea straordinaria di ottobre 2015, al termine della quale il CNCA aveva preso posizione con il documento Restare umani. Per un’accoglienza diffusa e la dignità delle persone migranti.

Scrive il presidente Armando Zappollini:
“Tra le varie esperienze di nuovo mutualismo che abbiamo incontrato ad Atene segnaliamo la clinica sociale nel quartiere di Elliniko. Un ambulatorio gestito da medici, infermieri e personale socio sanitario in maniera volontaria, che fornisce medicinali e cure in modo gratuito alle persone che non hanno accesso ai servizi sanitari.
Come Federazione nazionale al termine della visita abbiamo raccolto un contributo e acquistato farmaci di cui avevano urgente necessità.
Invitiamo tutti coloro che possono a fare altrettanto, sostenendo il funzionamento dell’ambulatorio mediante la raccolta di farmaci attraverso la seguente modalità:
– raccogliere soldi per comprare i farmaci;
– quando ci sono i soldi, contattare la clinica sociale Elliniko (maritta.corley@gmail.com) chiedendo quali sono i farmaci di cui hanno urgentemente bisogno al momento (questo per evitare di comprare farmaci generici che occuperebbero spazio in magazzino e di cui possono non aver bisogno);
– comprare i farmaci in Italia e mandarli con un corriere direttamente alla clinica (lo fanno già altre organizzazioni dall’Italia, non c’è problema con la dogana); oppure, mandare i soldi a qualcuno in Grecia che comprerebbe le medicine e le porterebbe alla clinica”

———–

Lettera da Atene
Il documento sul viaggio che il CNCA ha promosso in Grecia dal 29 al 31 ottobre 2015

Dal 29 al 31 ottobre 2015 l’Esecutivo del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, ha promosso un viaggio ad Atene.
Da questa esperienza è nato il documento “Lettera da Atene“.

Avevamo in cantiere una visita-presenza in Grecia ancora un paio di anni fa, proprio per farci aiutare a leggere l’Europa e le questioni sociali con lo “sguardo da sud” nel contesto della crisi-fallimento del modello economico fin qui imposto. Varie situazioni ci hanno portato a proporre in ottobre 2015 questo contatto, nel momento in cui la Grecia si trova nell’occhio del ciclone della bufera scatenata sui suoi cittadini e gli assetti basilari del vivere quotidiano.

I due filoni che ci sembrano più stimolanti rispetto alle pratiche e alle riflessioni in atto tra le organizzazioni CNCA sono:

• come si ‘genera sociale’ in situazioni critiche come quella vissuta dalla Grecia oggi? Ci sono esperienze di nuovo mutualismo, di un diverso sviluppo di welfare e di modelli del vivere socio-economico? A che punto sono le esperienze partecipative dal basso e in quale relazione stanno con la Pubblica Amministrazione? come le persone e i gruppi vicini ai bisogni della gente si organizzano, prendono parola e iniziativa? Quale Europa si svela a tutti dalla periferia greca?

• come si sta vivendo e affrontando la questione dei migranti? Quali esperienze e quali pensieri nuovi stanno facendo sorgere oltre l’assistenza quotidiana?

Pubblicità
 
Lascia un commento

Pubblicato da su marzo 25, 2016 in Generale

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...