RSS

Per aiutarci a capire cosa succede in Siria…

17 Ott

Condividiamo alcuni spunti NON sottolineati dai “media” per aiutarci a capire cosa succede in Siria…

1 – L’arcivescovo siriano Hindo considera “inquietanti le parole di McCain [Senatore USA] sui ribelli anti-Assad armati dalla CIA” (1). “La propaganda occidentale” sottolinea l’arcivescovo “continua a parlare di ribelli moderati, che non esistono: nella galassia dei gruppi armati, quelli dell’Esercito Siriano Libero li trovi solo se li cerchi con la lente d’ingrandimento. Tutte le altre sigle, a parte lo Stato Islamico (Daesh), sono confluite o sono state fagocitate di fatto dal Fronte al-Nusra, che è il braccio militare di al-Qaida in Siria”.

2 – Il generale dell’esercito USA in pensione Wesley Clark, ex supremo comandante della NATO in alcuni video (2 ; 3) da anni afferma che:
“la destabilizzazione del Medio Oriente fu pianificata a partire dal 1991”
“i nostri [degli USA] amici e alleati [Arabia Saudita, Kuwait, Qatar…] hanno fondato ISIS per distruggere gli Hezbollah [partito sciita del Libano fondato nel 1982]”
“in Siria abbiamo perso l’opportunità di sostenere i moderati”.

3 – Famiglia Cristiana n. 27, 5 luglio 2015 (4):
ISIS: “nata in Iraq (il nome del suo capo, Al Baghdadi, vuol dire appunto “di Baghdad”) nel periodo in cui gli sciiti iracheni erano bersagliati dagli attentati, cresciuta in Siria nella lotta contro il regime sciita degli Assad, la milizia è stata aiutata in ogni modo da Paesi come Arabia Saudita, Turchia, Kuwait, Qatar e USA. L’autorevole Brookings Institution ha calcolato che la sola amministrazione Obama ha investito un miliardo di dollari nei gruppi anti-Assad [5] e partecipato all’addestramento di circa 10 mila combattenti”.

4 – George Friedman (6), consigliere del Dipartimento di Stato del Governo USA suggerisce:
“La linea politica che raccomanderei è quella adottata da Ronald Reagan nei confronti di Iran e Iraq: finanziò entrambe gli schieramenti facendo sì che si combattessero fra di loro e non combattessero contro di noi. Era una cosa cinica e certamente non morale, ma ha funzionato… e questo è il punto”…

5 – il generale David Petraeus (7 ; 8) ha recentemente suggerito di usare membri “moderati” di Al Qaeda in Siria (al-Nusra) contro il governo di Assad.

Chi è Petraeus?

– 2007-2008 Comandante dell’Esercito degli Stati Uniti in Iraq
– 2008 Comandante dell’United States Central Command con responsabilità strategica di tutto il teatro medio-orientale e delle operazioni militari in Iraq e Afghanistan
– 2010-2011 Comandante delle operazioni militari in Afghanistan, Pakistan, penisola Arabica e parti dell’Africa
– 2011-2012 Direttore della CIA
6 – 12 ottobre 2015: la stampa nazionale e internazionale conferma che gli USA hanno fornito 50 tonnellate di munizioni ai ribelli anti-Assad: naturalmente ai “moderati”…
A tutti… le conseguenti riflessioni…
Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su ottobre 17, 2015 in Generale, L'attualità c'interpella

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...