RSS

Un passo di pace | Il 21 settembre a Firenze

10 Set

l 21 settembre a Firenze si terrà una giornata straordinaria di mobilitazione per la pace in Medioriente, promossa, tra gli altri, da Rete della pace. Di seguito alcuni passaggi del testo dell’appello che indice la manifestazione

Un passo di pace. 
Manifestazione promossa da Rete della pace, Rete italiana disarmo, Sbilanciamoci!, Interventi civili di pace per la pace in Medioriente

Occorre un salto di qualità per contrastare la sciagura della violenza. Occorre costruire luoghi di ascolto. Per questo le tante associazioni che lavorano per la pace si convocano con una mobilitazione straordinaria in grado di tradurre le richieste dei cittadini in domande politiche da sottoporre al Governo italiano e alla comunità internazionale.

L’appuntamento è a Firenze, il 21 settembre: “Pace, Libertà e Giustizia in Palestina e Israele”. Gli obiettivi della giornata: un cambio di passo per la politica estera degli Stati e la messa a punto di nuovi strumenti per la trasformazione e soluzione dei conflitti. Perché “l’approccio violento e militare è con tutta evidenza una sciagura”.

La manifestazione del 21 settembre parte da un appello, firmato dalla Rete Italiana per il Disarmo, dalla Rete per la Pace, da Sbilanciamoci! e da numerose altre sigle. Si legge: “Non vogliamo organizzare solo una manifestazione ma collegarci con i luoghi dei conflitti e della politica, per costruire un punto di incontro e di ascolto tra le nostre esperienze e chi nei luoghi di conflitto crede nella Pace, nella convivenza, nella nonviolenza e nella giustizia”.

 

Quattro sono le proposte e le richieste contenute nell’appello rivolte al Governo, all’Europa e alla comunità internazionale:

  • che cessino immediatamente il fuoco, le rappresaglie e le vendette di ogni parte;
  • che la politica e la comunità internazionale assumano un ruolo attivo e di mediazione per la fine dell’occupazione militare israeliana e la colonizzazione del territorio palestinese, per il rispetto dei diritti umani, della sicurezza e del diritto internazionale in tutto il territorio che accoglie i popoli israeliano e palestinese;
  • che il Governo italiano si attivi immediatamente affinché il nostro Paese e i Paesi membri dell’Unione Europea interrompano la fornitura di armi, di munizioni, di sistemi militari, come pure ogni accordo di cooperazione militare con Israele;
  • che il nostro Governo, oggi alla Presidenza dell’Unione Europea, assuma questi impegni con determinazione e coraggio

Vai al testo integrale…

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su settembre 10, 2014 in Iniziative suggerite da voi

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...