RSS

Ci impegniamo a non commettere “peccato di omissione”| Coordinamento_agosto 2010

08 Set

Ci impegniamo a non commettere
“peccato di omissione”.

Nei giorni in cui questo contributo prendeva forma, nella vita sociale e politica del Nostro Paese si registravano vari fatti: il contributo italiano alle operazioni militari in Afghanistan si aggravava di due altri caduti; il Senato approvava la riforma dell’Università, che affronterà il vaglio della Camera ad Ottobre; la manovra correttiva di circa 25 miliardi per il 2011-2012 veniva approvata con il voto di fiducia; all’interno del maggiore partito politico italiano si ufficializzava la divisione tra i suoi due co-fondatori; il modello contrattuale che accompagna il piano “Fabbrica Italia” di Sergio Marchionne (FIAT), sembrava acquisire sempre maggiori consensi; venivano depositate le firme per la richiesta di referendum contro la cosiddetta legge sulla privatizzazione dell’acqua; finiti gli incentivi, l’immatricolazione dell’auto registrava un calo del 26% con pesanti ricadute negative sull’occupazione del settore; la controversa legge sulle intercettazioni telefoniche veniva rimandata a settembre.

Negli stessi giorni, e per fortuna, molti di noi andavano comunque in ferie o, quanto meno, si concedevano una pausa dalle molte preoccupazioni e fatiche quotidiane. Oggi, mentre questo numero di Coordinamento arriva nelle Tue mani, i fatti precedentemente elencati avranno in alcuni casi già prodotto delle conseguenze, mentre altre matureranno nei mesi successivi. Ma quale consapevolezza abbiamo della rilevanza reale e potenziale di questi fatti sulle nostre vite? Quali sono i concreti e possibili cambiamenti che essi apporteranno al nostro oggi e al nostro domani?

Sono queste alcune tra le domande a cui, come giovani e adulti di Azione Cattolica, cittadini e credenti (doppia cittadinanza), membri del L.C.A., cerchiamo di dare una risposta prima di tutto a noi stessi, senza la pretesa di risposte facili ed esaustive. Insieme coltiviamo l’Obiettivo di comprendere, confrontarci e dibattere con quante più persone possibili ciò che accade nella nostra società, nei nostri luoghi di lavoro e nella nostra Chiesa. Lo faremo anche nel corso di quest’anno associativo con passione e gratuità, con intelligenza e sacrificio, con i nostri pregi e i nostri limiti, con la porta aperta ed un invito incessante anche a Te di fare anche un piccolo pezzo di strada con Noi.

Per fare questo ci siamo dati una serie di Appuntamenti: incontri mensili, il tradizionale Convegno socio-politico, l’omonimo Week End (tutte le date sono nell’Agendina associativa) e tante altre occasioni ed eventi a cui parteciperemo o di cui saremo noi stessi organizzatori nel corso dell’anno. I Temi della Nostra agenda per il 2010-2011 saranno dettati dagli eventi sociali e politici del momento e che maggiormente appassionano e coinvolgono noi tutti Credenti-Cittadini: Lavoro e Impresa, l’Educazione coniugata nella Famiglia e nel mondo della Scuola; Immigrazione e Mobilità sociale; Costituzione e Istituzioni e molti altri ancora. Li affronteremo al meglio delle nostre disponibilità, continuando a tessere, ravvivare e ampliare la nostra “rete di relazioni”, incontrandoci e incontrando persone, comunicando e informando mediante l’uso sobrio e mirato di Strumenti quali l’e-mail (lcavicenza@gmail.com ) e il Blog (https://lcavicenza.wordpress.com ), i vari “social network”, Skype e una serie di videoclip. A guidarci ed orientarci nell’approccio ai vari temi sociali e politici alcuni Documenti molto recenti quali: “Cattolici nell’Italia di oggi. Un’agenda di speranza per il futuro del paese”, il documento base della 46ª Settimana Sociale dei Cattolici Italiani (Reggio Calabria 14-17 ottobre 2010); l’Enciclica “Caritas in Veritate” e il recente documento dei Vescovi “Per un Paese solidale. Chiesa italiana e mezzogiorno”. Anche il tema dell’anno associativo 2010-2011 “Voi siete la luce del mondo” svilupperà e approfondirà la “doppia cittadinanza” (Polis e fede) con l’ausilio dei testi: “Compromessi nella storia” per gli Adulti;  “Sei impegnato?”,“M’illumino d’impegno” e “Fammi luce” per Giovanissimi e Giovani.

La forza e debolezza dell’esperienza dell’L.C.A sta tutta nella ricchezza delle esperienze e nei limiti umani di chi vi partecipa. Siamo donne e uomini, giovani e adulti, convinti che sia meglio correre il rischio di sperare ed impegnarsi per essere “luce del mondo” che compiere un “peccato di omissione” nei confronti del bene comune dell’Italia.

Buona “doppia cittadinanza” Attiva, nell’AC e nel mondo. A Te e a Noi tutti.

Giancarlo Urbani
Coordinatore L.C.A.

Clicca qui per scaricare l’articolo

Pubblicità
 
Lascia un commento

Pubblicato da su settembre 8, 2010 in Generale, Il Laboratorio

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...