RSS

4 risposte a “Apertura&dialogo (Paolo VI)

  1. lucia s

    dicembre 6, 2009 at 3:05 pm

    Penso che il dialogo sia molto importante quando si cerca di collaborare per uno stesso fine e, per esperienza personale, non serve a nulla la chiusura verso altre persone: questo atteggiamento è controproducente. Una parola che mi è particolarmente piaciuta della citazione è PAZIENZA: è proprio vero che per ascoltare e dialogare è necessaria tanta pazienza.

     
  2. andrea f

    novembre 29, 2009 at 5:45 pm

    Una breve considerazione: mi piace molto lo spunto di Paolo VI perchè mette in luce la “lentezza” del dialogo e la necessità che quanto pensiamo venga messo davanti all’altrui “obiezione”.
    Di queste due cose è necessario essere consapevoli.
    Vanno interiorizzate.

     
  3. lucia

    novembre 27, 2009 at 12:44 am

    ciao ragazzi!!!
    grazie a Luca per queste nuove parole e a Stefano per la “fedeltà” all’appuntamento con “uno spunto per la settimana”.

    A caldo, così su due piedi, ho inserito un post con il libro suggerito da Stefano…
    e… mi prendo un po’ di tempo per meditare, in attesa di altri commenti interessanti!!!

    ciao a tutti!

     
  4. Stefano F.

    novembre 26, 2009 at 11:51 pm

    Io credo che non ci possa essere vero dialogo se non c’è ascolto reciproco… ne discutevo al campo, quest’estate con don Simone, chiedendomi se il dialogo, in sè, fosse possibile!! La mia conclusione, allora come oggi è si… il dialogo è sempre possibilie se entrambe le parti lo vogliono!!! Attenzione però: il dialogo è fatto anche con linguaggi non verbali, con i propri gesti, con le proprie espressioni… dobbiamo essere testimoni delle nostre idee sotto ogni punto di vista!
    L’ascolto reciproco quindi ci farà ampliare le nostre vedute, senza fossilizzarci sulle nostre convinzioni… magari assemblando più idee si giunge ad un’unica espressione dei “credo” di ognuno!!
    Volevo lasciare il titolo di un libro, che parla del dialogo appunto: “L’arte del negoziato” di R. Fisher, W. Ury e B. Patton, casa editrice Corbaccio.
    Buona lettura e buona riflessione!

    Stefano

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...